Giornalismo Minacciato – La cronaca del convegno / 1

É iniziato stamattina il convegno Storie che non devono essere raccontate. Il giornalismo minacciato. Nel primo incontro (Informazione: storie di minacce e soprusi) moderato da Daniela Morandini, (giornalista che insegna alla Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino), gli interventi dei giornalisti Alberto Spampinato, Roberto Rossi e Roberta Mani e del professor Luigi Alfieri.

Dal ‘caso Scazzi’ all’informazione digitale, dall’interesse dei lettori e degli spettatori per l’informazione di qualità alle logiche dell’audience, dal legame fra informazione e potere all’informazione locale, fino ai media digitali; i temi più disparati per tentare di rispondere ad un interrogativo comune: come costruire una realtà di cui si sente la mancanza nel giornalismo italiano, quella di un giornalismo di qualità, maggiormente indipendente, capace di raccontare la criminalità (ma non solo) e di rendere un vero servizio. Dal confronto fra giornalisti, studiosi e pubblico, è emersa la consapevolezza che uno dei pericoli dell’informazione attuale è l’autocensura, minaccia ben più grave delle intimidazioni violente, perchè negazione stessa della professione del giornalista.

L’appuntamento è nel pomeriggio per approfondire “Un giornalismo che fa paura”, grazie anche agli interventi di professionisti che quotidianamente lavorano in situazioni di disagio.

Annunci

Una risposta a “Giornalismo Minacciato – La cronaca del convegno / 1

  1. Pingback: Matteo Finco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...